Finocchi stufati con porri e speck (Contorni)


Benvenuti!

Oggi vi propongo un contorno ricco e facilissimo da fare, pronti per iniziare?

Ingredienti x quattro persone

500 grammi circa di finocchi

50 grammi di porri

30 grammi di speck

1 dl di vino bianco secco

2 cucchiai di olio

Sale e pepe q.b.

Esecuzione

Mondate i finocchi (tagliate i gambi, la parte finale e togliete le foglie esterne più dure) tagliate a spicchi e lavate con acqua corrente.

Tagliate a fettine sottilissime i porri.

Tagliate a strisce sottili lo speck.

In una padella fate scaldare l’olio.

Quando l’olio sarà caldo trasferite i porri, i finocchi tagliati a spicchi e fate insaporire per alcuni minuti mescolando, versate il vino bianco secco e fate sfumare mescolando.

Quando il vino sarà evaporato versate mezzo bicchiere d’acqua, mettete il coperchio e fate stufare per dieci minuti circa a fuoco medio.

Trascorso il tempo unite lo speck , alzate il fuoco e fate evaporare tutta l’acqua mescolando di tanto in tanto.

Quando i finocchi saranno morbidi salate, pepate, mescolate e servite caldi.



Il finocchio


Il finocchio è coltivato soprattutto per i semi e le radici che vengono molto utilizzati nell'industria farmaceutica e cosmetica. 

Il finocchio con "caule" cortissimo e "turione" rigonfio e carnoso viene coltivato come ortaggio. 

Il frutto è costituito da germogli bulbosi inguainati uno all'altro ed è questa la parte che si utilizza in cucina, cruda o cotta. 

Il valore alimentare del finocchio è scarso: il 98 % circa è costituito di acqua e le sostanze nutritive si riducono a poche tracce, per questo, è l'ortaggio che sviluppa meno calorie. 

Anche il contenuto di sali minerali e vitamine è scarso ma gli sono riconosciute proprietà digestive, diuretiche e antispasmodiche. 

Il finocchio, inoltre, aiuta a bloccare i processi fermentativi dell'intestino. 

Preparato in infuso è un' ottimo decongestionante delle palpebre arrossate e combatte l'alitosi.


Commenti

post più popolari