Risotto radicchio e zafferano (primi)



Benvenuti!
La ricetta di oggi è per preparare un risotto ricco e profumato. 

La preparazione, come tutti i risotti, è estremamente facile ma molto laboriosa, il risotto va mescolato in continuazione ed il brodo aggiunto poco alla volta sempre.

Ingredienti x quattro persone

400 grammi di riso Arborio

100 grammi di burro

50 grammi di parmigiano grattugiato

1 bustina di zafferano

1/4 di cipolla

50 grammi di radicchio

100 grammi di pancetta dolce

2 l. circa di brodo

1/2 bicchiere di vino rosso

sale q.b.

Esecuzione


Far sciogliere in una casseruola la metà del burro, unire la cipolla tritata e fate soffriggere per qualche minuto. 


Mondate e lavate il radicchio (togliete le foglie esterne e la parte finale) tagliate a fettine sottili, trasferite il radicchio nella pentola e fate insaporire mescolando. 

Aggiungete un poco di brodo e fate stufare per circa dieci minuti a fuoco medio. 

Quando il fondo di cottura sarà evaporato aggiungere la pancetta e fate rosolare per qualche minuto. 

A questo punto della preparazione versate il vino e lasciatelo evaporare della metà, quindi versarvi il riso. 

Fate tostare per qualche minuto il riso mescolando con un cucchiaio di legno, unite lo zafferano e versate il brodo poco alla volta continuando a mescolare per fare amalgamare il tutto . 

A mano a mano che il brodo viene assorbito aggiungerne dell'altro fino a che il riso risulterà cotto, completarlo allora con il rimanente burro e con il parmigiano, mescolate fino a quando il burro non si sarà sciolto.

Trasferite su un piatto da portata e servite.






  Il riso Arborio

Il Riso Arborio è ideale per tutti i risotti o per qualsiasi preparazione di riso asciutto.
Inconfondibile grazie ai sui chicchi grandi e perlati e alla sua resa elevata. Durante la preparazione i granelli cuociono perfettamente ed in modo uniforme mantenendo al dente il nucleo centrale ricco di amido e garantendo sempre un’ottima mantecatura.



Il radicchio



Le cicorie dalle foglie rosse e variegate sono più comunemente conosciute come radicchi, hanno consistenza tenera, sapore amarognolo ma gradevolmente aromatico e sono gustosamente croccanti. se crediamo a certe fonti pare che fosse già conosciuto ed apprezzato nella cucina italiana dal 1500. Il radicchio si consuma generalmente crudo, in insalata, da solo se amate il gusto amarognolo o con l'aggiunta di altre insalate verdi. E' ottimo anche cotto, per insaporire risotto o pasta.







Commenti

  1. che buono!!! complimenti!! Buona giornata! :)

    RispondiElimina
  2. Cara Flavia ma che titolo questo blog. mi piace molto questa tua ricwetta adesso do una sbirciatina alle tue pagine. viene a trovarmi ciao tiziana lacucinadipitichella.blogspot.it

    RispondiElimina

Posta un commento

post più popolari